HyperLink

Ti trovi in: Home > Articoli > Bassa Statura e disturbi dell'alimentazione

Associazione tra bassa statura e disturbi dell’alimentazione: causa o effetto?

 

Favaro A, Tenconi E, Degortes D, Soave M, Zanetti T, Nardi MT, Caregaro L, Santonastaso P. Association between low height and eating disorders: cause or effect? Int J Eat Disord. 2007 Sep;40(6):549-53.

 

L’obiettivo di questo studio è stato quello di studiare la relazione tra altezza e rischio di sviluppare un  disturbo dell’alimentazione (DA) in una coorte di donne. Sono state valutati 1.031 soggetti con DA (681 con diagnosi lifetime di AN e 350 con diagnosi lifetime di BN senza precedente BN) e 832 soggetti di controllo. Tutti i partecipanti vivevano nella stessa area geografica ed erano nati nello stesso periodo. I risultati hanno evidenziato che il gruppo con DA in media era più basso del gruppo di controllo. I soggetti con AN di tipo restrittivo erano significativamente più bassi dei soggetti con AN che poi sviluppano abbuffate. Tale differenza rimaneva significativa anche dopo l’esclusione di soggetti con AN con esordio prima dei 16 anni. Nei partecipanti con un età di esordio prima dei 16 anni è stato evidenziato un effetto sia dell’età d’esordio che del più basso BMI. Al contrario nel gruppo con un età di esordio a 16 anni o oltre la statura non era in relazione con l’età di esordio e il peso. In tutti gli altri gruppi, l’età al menarca era un predittore significativo di altezza.

 

Commento. Lo studio ha evidenziato una relazione significativa tra il rischio di sviluppare un DA, soprattutto AN e bassa statura. Tale relazione può essere spiegata in tre modi diversi: 1) la bassa statura può essere conseguente a una malnutrizione legata al DA; 2) la bassa statura può aumentare il rischio di sviluppare un DA; 3) la bassa statura e il DA potrebbero condividere uno o più fattori di rischio genetici o ambientali. Questo studio conferma che nei casi di AN con esordio prima dei 16 anni si può verificare un rallentamento della crescita dovuto alla malnutrizione. Tale rallentamento è in relazione diretta anche con l’entità della perdita di peso e con l’età di esordio, anche se la relazione tra la bassa statura e il DA si mantiene significativa anche quando sono stati esclusi i partecipanti con età d’esordio precoce. Secondariamente, è stato evidenziato come i bambini più bassi siano a rischio di discriminazione e stigmatizzazione. È risaputo che i commenti critici su peso e forma del corpo possono influenzare l’immagine corporea e l’autostima che sono fattori di rischio per lo sviluppo di un DA. La terza ipotesi sostiene che geni che hanno un effetto sulla statura potrebbero essere localizzati vicino a geni che influenzano la salute psicologica e questo potrebbe determinare qualche associazione tra bassa statura e disturbo psichiatrico. Lo studio ha confermato la relazione tra complicazioni perinatali e altezza in età adulta evidenziando una maggior prevalenza di complicazioni nei DA rispetto ai soggetti di controllo. Questo studio ha il merito di essere il primo a studiare la relazione tra altezza e disturbi dell’alimentazione in un ampia coorte di donne dello stesso periodo di nascita e della stessa area geografica. Il limite dello studio è che il campione è formato dalla fusione di due gruppi: uno che proviene dalla popolazione generale e l’altro da pazienti ambulatoriali. È possibile che qualche fattore sconosciuto associato al metodo di accertamento possa spiegare le differenze tra gruppo con DA e gruppo di controllo.

 

Massimiliano Sartirana

Progetto by Solutions s.n.c di Furnari e Matrone - Via Alessandro Volta 1/1, 42123 Reggio Emilia
Registro Imprese di Reggio Emilia - P.IVA 02109150355 REA 252330

Tel: 0522 791763 FAX 0522 365864
Email: info@solutionsnet.it |  Privacy

Piede di pagina